April 2015

Monthly Archives

  • Screenflow 5 ottimo per registrare video dello schermo su Mac

    ScreenFlow 5 è prodotto da Telestream, (azienda leader nel settore video, votata tra le 100 compagnie più importanti nel settore e produttori del noto Episode per Mac) e quindi è lecito aspettarsi un applicazione professionale, stabile e potente. La nuova versione del software introduce numerose nuove funzioni tra cui la possibilità di registrare video direttamente da dispositivi iOS, vedere le anteprime delle registrazioni, salvare “action templates”, esportazioni batch ecc. Quando si collega un recente modello iPhone, iPod touch o iPad al tuo Mac con Yosemite in esecuzione tramite un cavo di Lightning, il dispositivo diventa una sorgente di cattura, proprio insieme allo schermo del tuo Mac e fotocamere compatibili. Registrazione da dispositivi iOS: grazie a questa nuova funzione, è ora possibile registrare quanto riprodotto sugli schermi di iPhone ed iPad direttamente in ScreenFlow, incluso quanto ripreso tramite la fotocamera iSight. Non solo, è anche possibile creare fantastiche recensioni di App, con un effetto grafico che mima le gesture tracciate con le dita. Come esso infatti cattura I video del dispositivo, ScreenFlow prende automaticamente qualsiasi audio. Non vedrete un anteprima del dispositivo sullo schermo del tuo Mac, ma potrai farlo funzionare come faresti normalmente, interagendo con lo schermo del dispositivo. Grazie Poi alla funzione Nested Clip, si possono raggruppare più clip e media in un unico clip annidato. É anche possibile editare i Nested Clip in una sequenza a parte senza quindi modificare il montaggio originale: è possibile utilizzare i Nested Clip anche su un’unico media, magari tagliato in più punti, per renderlo un unico clip e quindi più semplice da spostare, o se vogliamo applicare effetti, modifiche o altro Da evidenziare la possibilità di aggiungere contenuti CC (closed caption) ovvero sottotitoli a corredo del video per poter raggiungere nuovi ascoltatori, magari che hanno problemi di udito. L’editor integrato in ScreenFlow 5 è compatibile con il protocollo ADA e permette di creare ed editare sottotitoli per i video MPEG-4, quindi compatibili con Youtube e i maggiori dispositivi mobili. I sottotitoli sono organizzati come una traccia sulla timeline, quindi è sempre possibile avere un’anteprima o modificarla in qualsiasi momento; è anche possibile esportare separatamente la traccia in un file .srt, e creare più sottotitoli in differenti lingue. Si riconferma come uno dei migliori, se non il migliore, software per Mac dedicato allo screencasting disponibile per Mac ad un prezzo “accessibile”. Veloce semplice da utilizzare, stabile, flessibile e potente allo stesso tempo si adatta ad ogni flusso di lavoro e ad ogni Mac anche i meno potenti. Nuove funzioni per l’esportazione e la condivisione: Efficiente funzione di “batch” per l’esportazione: questa funzione permette di risparmiare tempo che altrimenti avreste dovuto dedicare alla esportazione simultanea di file multipli simili. Possibilità di pubblicare contenuti tramite “Wistia”: salvate rapidamente e con pochi click i vostri screencasts sul vostro account Wistia. Opzione di anteprima in vista dell’esportazione: grazie a questa nuova funzione potrete assicurarvi che i file in corso di esportazione rispettino alle specifiche Apple per le anteprime sul Mac App Store. Possibilità di salvare copie in locale: questa funzione permette di assicurarsi di avere sempre una copia locale dei progetti pubblicati su uno dei servizi integrati in ScreenFlow. Gli utenti che avessero già acquistato la versione precedente dell’app possono effettuare l’aggiornamento a ScreenFlow 5 al prezzo di $34, mentre in caso di acquisto ex novo il prezzo è di $99. Da questo link, inoltre, è possibile scaricare una versione “trial” dell’app. Postato con Blogsy

  • Apple iPad mini 4: indiscrezioni

    EngineTechApple Riguardo all’Apple iPad mini 4, in rete, si trovano pochissime notizie o rumors nonostante sono tantissimi i fan che aspettano di sapere qualcosa in più su questo dispositivo, ma adesso le attenzioni sono tutte... Continua a leggere: Apple iPad mini

  • Avete paura di dimenticare qualcosa; ecco The Hit List

    The Hit List gestisce il caos quotidiano della vita moderna. È facile da imparare – è facile come fare elenchi. concetto basilare: fare una lista di cose da fare, dimenticarsene, ed essere prontamente avvisati al momento giusto. Se la tua vita è piena di impegni, The Hit List mantiene le cose semplici e non ti costringe a imparare un sistema. Può essere semplice come solo tenere un elenco di cose da fare come si farebbe su un pezzo di carta. Tuttavia, se si dispone di un sistema di gestione di attività come Getting Things Done da David Allen, The Hit List è sufficientemente flessibile per sostenervi. Interfaccia gradevole ed essenziale appare allo stesso tempo anche completa e personalizzabile quanto basta per permetterci di gestire i nostri impegni, anche se numerosi e tra loro molto diversificati. Quando si desidera aggiungere un nuovo compito a un elenco, potete andare all’elenco stesso o soggiornare nella schermata principale e poi premete il tasto “Compose” nella parte inferiore. Una nuova attività in cui sarà necessario un titolo, ed è possibile includere note aggiuntive, se necessario. Ottimo in The Hit List è stata la possibilità di creare cartelle nidificate. Pensare le cartelle come progetti, quindi creare sottoprogetti del progetto principale, e l’app ti consente di farlo facilmente. Prescindere che sia un elenco o la cartella che si desidera aggiungere, è possibile scegliere la posizione come farlo, ma è sempre possibile modificarlo successivamente. Nelle impostazioni di The Hit List avete la possibilità se volete attivare o disattivare il badge sull’icona e vari effetti sonori. Qui è dove si vuole andare per impostare il servizio di sincronizzazione di Hit List, che è incluso senza nessun costo extra (precedente si doveva pagare per questo). Questo permette a tutte le vostre cartelle, liste, tag e attività di essere sincronizzati attraverso più dispositivi iOS, così come l’applicazione per Mac. The Hit List si sincronizza anche con iCAL! Questo non ha funzionato su Omnifocus per parecchio tempo. È una caratteristica sicuramente degna di nota. La sincronizzazione over the Air è un fulmine. Potete scaricarla direttamente da Mac App Store al costo di 49,99€ ma, prima di perfezionare l’acquisto, vi consigliamo di approfittare della possibilità di scaricare direttamente dal sito degli sviluppatori una versione di prova gratuita (pienamente funzionante e della durata di 15 giorni). Su App Store per iPhone ed iPad lo trovate al costo di 14,99€ Postato con Blogsy

  • Creiamo newsletter con Mail Designer Pro 2

    Fra le novità introdotte nella versione 2 di Mail designer pro troviamo: Possibilità di creare e vedere le anteprime su iPhone 6 e 6 Plus, Supporto ad oltre 500 Web Fonts, Supporto ai display Retina ed HD, Possibilità di inserire link ai video ed integrare Gif animate Nuovi design per contenuti freschi ed attuali. Tutto ciò con Mail Designer Pro 2 ed altro ancora. Trattasi di un software dallo stampo professionale nel quale, oltre alla miriade di temi già disponibili, potremo copiare e modificare un modello esterno o un documento vuoto da personalizzare con gli strumenti messi a disposizione. L’applicazione può generare in automatico layout ottimizzati per smartphone e tablet e integra tool che permettono di verificare in anteprima la visualizzazione su iPhone, Android, iPad e tablet vari. Prima di eseguire l’invio è possibile fare test con un proprio account di posta elettronica; è possibile studiare campagne pubblicitarie periodiche, esportare la newsletter in PDF, sfruttare servizi dedicati per l’invio. Un app completa, che non solo ci farà fare bella figura per creare l’invito alla nostra festa oppure la mail di Natale aziendale, ma ci fare un primo e corposo passo nel mondo dell’email marketing permettendo di usare la nostra creazione ed esportarla in MailChimp. Sarà possibile creare e gestire le mail con la classica semplicità e lo stile tipico della filosofia Apple. Non è importante sapere di HTML, non sarà necessario scrivere una sola riga di codice. Se non ci interessano il temi già disponibili(All’avvio del programma ci sarà solo da scegliere il modello che fa per noi e inserire i nostri contenuti), potremo creare un modello tutto nostro, mediante l’utilizzo di forme e campi di testo, disponibili all’interno della sezione ‘Insert’, e degli strumenti di personalizzazione, posizionati nella barra in alto alla finestra principale o nella sezione ‘Formato’. Per l’invio delle nostre email, dalle impostazioni, raggiungibili tramite l’apposita voce nel menu in alto, dovremo settare l’account email che vorremo utilizzare, con la possibilità di inserirne più di uno nel caso gestiamo più newsletters. Conclusa la fase di configurazione, basterà cliccare sull’apposito tasto in alto a sinistra nel pannello principale, inserire l’oggetto dell’email, selezionare i contatti, selezionare l’account da utilizzare e cliccare su Invia. Designer posta Pro 2 è davvero un’ottima applicazione per la progettazione di grande impatto visivo per e-mail e newsletter con un minimo sforzo sarà possibile creare progetti molto accattivanti Mail Designer Pro 2 è disponibile nel Mac App Store ed è già compatibile con Yosemite Mail Designer Pro 2 pesa 185 MB e si scarica, durante il periodo promozionale, per 44,99 € invece di 89,99 € nel Mac App Store.         Postato con Blogsy

  • Apple Watch: test resistenza e drop test

    EngineTechApple Ogni qual volta esce un nuovo prodotto marchiato Apple, questo viene sottoposto ai drop test e ai test di resistenza e l’Apple Watch non è da meno, infatti vi mostriamo un paio di video... Continua a leggere: Apple Watch: test resistenza e drop test su EngineTechApple.

  • Ubuntu 15.04 è realtà

    Dopo varie indiscrezioni, settimana scorso è stata rilasciata la nuova versione di Ubuntu, la 15.04, denominata Vivid Vervet.Vediamo quali sono le novità. Alla prima apertura sembrerebbe non esserci niente di nuovo, ma molte novità sono da scoprire con calma. – Kernel E’ stato aggiornato alla versione 3.19. Questa build corregge numerosi bug, supporta finalmente l’architettura RAID5 e 6 per btrfs, migliora la gestione energetica per l’hardware AMD Radeon, il supporto alle architetture Braswell e Broadwell. E’ stato avviata la transazione a systemd, che avvierà tutti i servizi di sistema anche se si avanza da un aggiornamento. – Parco software Aggiornati LibreOffice ( 4.2.2 ), Pulsaaudio6, Thunderbird 31.6, Firefox 37 e piccolo aggiornamento grafico per Rhythmbox. Per quanto riguarda Unity, troviamo la versione 7.3. Il Developer Tools Centre è stato rinominato in Ubuntu Make con l’aggiunta e il supporto a nuove Ide, come Android NDK, IDEA, eclipse e pycharm. Per poterlo scaricare, cliccate su questo link.

  • Puntata #14-2015 [SocialandPodcast]

    Articolo tratto da Socialandtech Originale: Puntata #14-2015 [SocialandPodcast] Nuova puntata del nostro podcast.Vi ricordiamo che la potete ascoltare sul nostro portale, sul sito Podbean.com e anche su iTunes. Buon ascolto! Continua a leggere …

  • Nasce Netcomm e-Travel district l’hub digitale per le start up del turismo

    Articolo tratto da Socialandtech Originale: Nasce Netcomm e-Travel district l’hub digitale per le start up del turismo Mettere a disposizione delle start up del turismo una piattaforma tecnologica allo stato dell’arte, un consistente volume di potenziali clienti fin da subito e un network che ricomprende i principali player nazionali del settore. Sono questi gli ingredienti […]

  • Core Animator: “animare” codice diventa facile su Mac

    Core Animator vi dà semplici strumenti visivi per creare animazioni mozzafiati. Concentrarsi sui modi migliori per portare le applicazioni alla vita e si prendera’ cura del codice Swift o Obj-C per voi. Ogni creazione verra’ eseguita utilizzando splendidamente quadri nativi di Apple. Ovviamente ogni app merita l’animazione. Ebbene ora, è semplice da implementare, grazie a Core Animator. Core Animation mostra alcuni frammenti di codice per gli effetti di animazione semplice e come potrebbe essere utilizzato in semplici giochi. Se avete, o vorreste avere, anche una singola animazione nella tua app, Core Animator vi farà risparmiare tempo e denaro.   Core Animator esporta anche Objective-C, codice Swift, iOS e OS X. Core Animator è grande per l’aggiunta di accattivanti animazioni e migliorare la produzione-valore per carattere, tutorial, punti di messa a fuoco, elementi UI, svoltare pagina o qualsiasi valorizzazione animata ingegnosa. Sarete in grado di animare la traslazione, risoluzione, rotazione, opacità, fonti di immagine e la posizione Z-Order di ogni oggetto con estrema semplicita’. Infatti Core Animator consente di impostare e testare animazioni semplici o complesse e guardarli giocare indietro senza problemi tempo reale. Le tue creazioni funzioneranno con estrema tranquillita’ sfruttando la potenza di Apple ® Framework Core Animation.   Lasciate che Core Animator vi aiuti a prendere il vostro lavoro e portarlo al livello successivo; rendendolo facile per chiunque, come designer, animatore, illustratore o anche un novizio contribuendo notevolmente al valore della produzione dell’app. Non c’e’ bisogno di sapere come scrivere una sola riga di codice! Geniale!!! Che si tratti di una scena complessa, truccare completamente i caratteri, o solamente un’animazione semplice come un pulsante, Core Animator produrrà il codice in “solido” per rendere la vostra visione senza intoppi in qualsiasi progetto di Xcode. Aggiungera’ rapidamente maggior valore alla produzione di qualsiasi progetto vogliate fare.   Vi lascio qua il sito di riferimento con dei video di tutorial interessanti e per completare le vostre informazioni a riguardo, trovate Core Animator si Mac App Store al costo di 99,99€       Postato con Blogsy

  • MINIX annuncia la sua sponsorizzazione di XBMC Foundation

    MINIX è orgogliosa di annunciare la sua sponsorizzazione di XBMC Foundation. Fondata nel 2009, XBMC Foundation è una no profit  dedicata allo sviluppo di un nuovo e rivoluzionario software e  in particolare il KodiTM ( noto come XBMCTM). KodiTM è un software per media player open source (GPL) che può essere installato su Linux, OSX, Windows, iOS, e Android. Dispone di un’ interfaccia adatta all’ uso di televisori e collegabile a vari telecomandi. Consente agli utenti di riprodurre e visualizzare la maggior parte dei video esistenti, musica, podcast e altri file multimediali digitali da supporti di memorizzazione locale e di rete e Internet. La sponsorizzazione è parte del continuo impegno di MINIX a KodiTM, l’azienda  continuerà a sostenere attivamente la squadra KodiTM  che vuole fornire agli utenti un software veramente eccezionale nel comparto dei lettori multimediali. Per maggiori informazioni su KodiTM vi invitiamo a consultare questo link: http://kodi.tv/