June 2015

Monthly Archives

  • iOS 9 Beta 2: le novità

    EngineTechApple Apple ha rilasciato, a tutti coloro iscritti al programma come sviluppatori, la seconda beta di iOS 9 e all’interno di questa nuova release sono presenti grandi e piccole novità. ; Analizzando nel dettaglio le... Continua a leggere: iOS 9 Beta 2: le novità su EngineTechApple.

  • Minix NT-II le cuffie BT economiche che sanno suonare

    Minix aggiorna la propria linea di cuffie Bluetooth NT con il modello NT-II. Le nuove, a parità di prezzo, rimpiazzeranno il precedente modello NT-1 rilasciato ormai un anno fa. È lo stesso listino della generazione precedente, e questo nonostante i vantaggi tecnici introdotti dalle NT-II. Iniziamo subito su come si presentano; una forma molto somigliante alle Beats Solo, in materiale plastico (un po troppo plasticata forse, ma assolutamente non da impressione di facile rottura, anzi di ottima qualità e durezza) e con un corpo pieghevole, in modo da riporle comodamente nell’astuccio (con marchio in evidenza) a conchiglia presente nella confezione, semi-rigido e molto compatto. Ottimo per il trasporto e con un altro piccolo “astuccino”, sempre nero, per riporre i cavi al suo interno (da vedere in foto) e ovviamente il libretto istruzioni e caratteristiche e un brochure dei prodotti Minix. Minix NT-II hanno una costruzione pieghevole e un design più moderno, ma soprattutto una batteria migliore (320 mAh, 10 ore dichiarate), un jack da 3.5 mm per usarle con cavo (incluso nella confezione, risultante in buon materiale difficile da usurare) anche quando l’autonomia è terminata, e una migliore resa sonora – soprattutto in quel che riguarda le basse frequenze. Il collegamento con i dispositivi (Minix parla della possibilità di abbinare 2 dispositivi alla volta) avviene via cavo con jack da 3,5mm presente in confezione (placcato in oro), o tramite Bluetooth con un range di 10 metri. Riguardo al Bluetooth, è possibile accoppiarle tramite NFC; la ricarica avviene tramite ingresso per microUSB posto lateralmente, e ai lati sono presenti 2 LED (uno rosso e l’altro blu), i quali ci segnaleranno i vari stati delle cuffie, come ricarica, accoppiamento, riproduzione ecc. Non finiscono qua le sue caratteristiche perché le Minix NT-II ha pure il microfono (che grazie alla batteria da 320mah permette 11 ore di chiamate) posto su un lato delle cuffie, quindi non vincolati dal cavo, e con la presenza del tastierino con il quale, oltre a poter rispondere e riagganciare le chiamate, abbiamo i classici controlli di un player musicale. Andando a parlare del sound le Minix NT-II ci hanno stupito; testando pure le cuffie in diversi campi, non solo quello della musica, ma anche per vedere film oppure durante delle sessioni di gaming, abbiamo constatato che la qualità audio è elevata anche durante utilizzi diversi. Naturalmente il meglio è dato nell’uso di ascolto della musica, alti puliti e bassi morbidi , a volume elevato sentirete delle vibrazioni sulle vostre orecchie. Grazie a queste cuffie potrete isolarvi dal mondo esterno senza farmi troppo sentire da chi vi sta accanto anche a volume alto. Alzando il volume al massimo non si hanno distorsioni del suono, i bassi rimangono prepotenti e gli alti puliti. Anche durante le chiamate il vostro interlocutore vi sentirà perfettamente e voi sentire perfettamente lui. Le troverete fantastiche, non penserete di possedere delle cuffie così buone ed economiche allo stesso tempo; non troverete tante differenze con le già citate Beats, anche se qualitativamente le cuffie di casa Apple sono superiori ma si parla anche di una cuffia di 4 volte il valore di queste. Volevo avvisarvi di questa cosa che ho notato e mi ha un pochino infastidito, ossia che quando alziamo il volume al massimo oppure si spegne la cuffia con volume alto avremo come avviso un suono che sarà molto alto e parecchio fastidioso. Ma a parte questa piccola pecca il tutto è fantastico!!! Le Minix NT-II saranno acquistabili in Italia (così come in tutta europa) al prezzo di 69,90€ su Amazon. Troverete oltre alla cuffie un astuccio, il cavo ricarica, cavo audio se si scaricasse il Bluetooth e vari libretti. Cosa aspettate ancora, comprateleeeeee!!!!

  • Già disponibile l’app di Immobiliare.it per Apple Watch. È la prima in Italia dedicata alla ricerca degli immobili

    L’Apple Watch sta per arrivare anche in Italia e Immobiliare.it, (http://www.immobiliare.it) da sempre all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie dedicate all’utilizzo in mobilità, ha pubblicato su App Store l’applicazione dedicata a questo dispositivo, così da permetterne l’utilizzo fin dal lancio dell’Apple Watch, previsto il 26 giugno. L’applicazione, sviluppata interamente dal team tecnologico di Immobiliare.it, è la prima pubblicata in Italia per Apple Watch dedicata alla ricerca di immobili. La app consente agli utenti di impostare i sul proprio iPhone le caratteristiche dell’immobile desiderato e, una volta giunti in prossimità di una casa corrispondente a quei parametri, ricevere una notifica direttamente sull’Apple Watch visualizzando l’annuncio relativo all’immobile. «In Italia c’è una grande attesa per il lancio di Apple Watch e vogliamo da subito utilizzare questo nuovo dispositivo per offrire un servizio di ricerca immobiliare ancora migliore. – ha dichiarato Silvio Pagliani, co-fondatore di Immobiliare.it – Abbiamo sviluppato questa applicazione perché riteniamo sia fondamentale sperimentare i nuovi dispositivi sin da subito per capire l’utilizzo che le persone ne faranno, e adattare il nostro servizio al fine di portare ancora maggiori risultati alle agenzie immobiliari e ai privati che pubblicano i loro annunci sulla nostra piattaforma.» L’app per Apple Watch va ad aggiungersi alle altre di Immobiliare.it, disponibili su tutti i principali smartphone e tablet, ed utilizzate ogni giorno da circa 100.000 persone. «Lo sviluppo tecnologico e l’innovazione sono aspetti che consideriamo fondamentali per affrontare al meglio la trasformazione in corso del settore immobiliare. – ha continuato Silvio Pagliani – Quando abbiamo lanciato l’app per per iPhone nel 2009 non pensavamo che il mobile potesse avere un impatto così dirompente e in tempi così rapidi; tuttavia sapevamo che dovevamo continuare ad innovare per essere all’avanguardia in questa trasformazione». Oggi oltre il 20% delle email ricevute da chi ha pubblicato annunci su Immobiliare.it proviene da applicazioni, percentuale che diventa quasi il 40% includendo il sito web mobile. Basandosi su ciò che già avviene in Paesi con una maggiore penetrazione di Internet, questi numeri andranno ad aumentare rapidamente.

  • La Rete di Tesla, un progetto italiano contro il degrado ambientale

    Oggi vi presentiamo un progetto italiano molto interessante, La Rete di Tesla. Di seguito il manifesto nel movimento presente su tutto il territorio nazionale. “LA RETE DI TESLA – Laboratorio di Cultura Informatica” non solo rappresenta un tentativo concreto di arginare un degrado ambientale destinato a peggiorare e che comunque richiede delle azioni efficaci di contrasto, ma soprattutto si pone come una sperimentazione senza precedenti nel nostro territorio. Vi spieghiamo perchè ! Ricicliamo! Quante volte un PC viene messo da parte, quando non lasciato in discarica, perchè non più funzionante, o peggio, perchè considerato “superato” dagli standard di mercato? Spesso con qualche piccolo accorgimento macchine frettolosamente liquidate come “vecchie” possono tornare ad essere utili: utili a chi ne avrebbe veramente bisogno! Se il tuo PC ha i requisiti minimi richiesti fai la cosa giusta: non buttarlo. Dallo a noi e sapremo come farlo rivivere! Ripristiniamo! Come? Grazie a programmi e sistemi operativi completamente gratuiti e liberamente scaricabili dalla rete. Con il tuo aiuto macchine vecchie potranno tornare a lavorare in modo efficace e produttivo. È questa la vera rivoluzione informatica: fanne parte anche tu! Regaliamo! Perchè? Oggi essere in rete è fondamentale! Ma in tempi così critici non tutti hanno la possibilità di farlo; il tuo PC, riadeguato da noi, potrà essere donato a scuole, biblioteche, associazioni, persone socialmente più deboli. Con poco, insieme, potremo fare molto! Diffondiamo! Oggi internet rappresenta, pure con alcune criticità, una fonte insostituibile di libero acceso ad informazioni altrimenti difficilmente reperibili, oppure recuperabili a costi non sempre sostenibili. La “Rete di Tesla” vuole diffondere una cultura dell’informatica nuova, opposta alla logica del profitto a tutti i costi! La conoscenza è un diritto: di tutti! Per maggiori informazioni, vi rimandiamo alla pagina ufficiale del progetto.

  • MarsEdit: scrivi articoli con questo potente software su Mac

    Se avete un blog su WordPress, Blogger, Drupal, Movable Type, TypePad o con una piattaforma che utilizza lo standard MetaWeblog e AtomPub, allora non potete fare a meno di utilizzare MarsEdit, in assoluto il miglior programma per scrivere e pubblicare gli articoli dal Mac. MarsEdit è un collegamento offline al nostro blog e ci permette di lavorare in tutta tranquillità e con una velocità molto più elevata di quella garantita dal pannello di WordPress, che dipende naturalmente dalla velocità della nostra connessione, una volta installato per iniziare a lavorare sul proprio blog è sufficiente inserire il titolo e l’indirizzo web. L’applicazione rileverà automaticamente il tipo di blog e vi chiederà infine solo nome utente e password amministrative. A chi non è capitato un problema con il server o un crash facendo si che si perda il proprio lavoro, proprio per evitare questo inconveniente ci viene in aiuto questa app che, come molti blogger e molto di voi preferite, permette di scrivere in modalità Rich-text o HTML (con colorazione della sintassi) salvando l’articolo in locale, per poi pubblicarlo con un click. In più, in questo modo si ha anche un copia di back-up del proprio blog sul computer. Il tutto arricchito da una ricca interfaccia di editing per lavorare con il testo (compreso HTML senza formattazione di strumenti e le macro di markup cool che salverà da ripetitivo), ma ciò che rende veramente utile MarsEdit è sua facile caricamento strumenti, la sincronizzazione bidirezionale, supporto AppleScript, stretta integrazione con Flickr e la compatibilità con una varietà impressionante di servizi di blog (include il supporto ai tags di WordPress), editor di testo e software di gestione anche photo (come iPhoto e Lightroom). Mentre scriviamo, una finestra separata mostra in tempo reale un’anteprima dell’articolo, mentre l’ultima versione di MarsEdit permette di modificare l’intervento sia tramite Rich Text che direttamente via HTML. Ovviamente sono presenti le molte scorciatoie da tastiera che rendono il lavoro di formattazione grafica molto più agevole. Come il classico cmd+b per grassetto (bold) o al cmd+i corsivo (italic), ma anche a cose più complesse come cmd+alt+a per aggiungere un link ad un testo o ad una immagine. Appena apriremo MarsEdit ci verrà chiesto se possediamo già un blog e di inserirne l’URL di riferimento, inseriremo successivamente le credenziali e eccoci teletrasportare nell’area WordPress da MarsEdit. Adesso potete iniziare a scrivere il vostro articolo cliccando a sinistra su “New Post”, aggiungendo foto, video, insomma come se fossimo su WordPress. Al termine se non avete connessione perché in mobilità potete salvare il vostro articolo cliccando in alto a sinistra su “SAVE AS DRAFT” e vostro articolo finirà nella sezione LOCAL DRAFTS pronto per essere pubblicato. Successivamente con il possesso della rete internet cliccherete Local Drafts dove è rimasto il vostro articolo e basterà fare “SEND TO YOUR BLOG” per pubblicare tutto. Con estrema velocità vi troverete tutto pubblicato come se fosse stato fatto da WordPress. MarsEdit è disponibile su Mac App Store al prezzo di 39,99€

  • I migliori giochi per Apple Watch

    EngineTechApple Ormai l’Apple watch è arrivato ufficialmente anche in Italia e proprio come avviene su un normale smartphone o un computer o un tablet, anche sullo smrtwatch di Apple è possibile ingannare il tempo con... Continua a leggere: I migliori giochi per Apple Watch su EngineTechApple.

  • Glimpses per creare una storia con le foto

    Glimpses creata dalla software house Eternal Storms Software, già famosa per le varie Yoink e Transloader, permette di sbizzarrirvi con le vostro foto per creare qualcosa di bello, proprio come una storia o anche solo dei momenti. Con Glimpses creerete dei video in still-motion ,un modo pulito e divertente per mostrare centinaia e centinaia di foto in pochi minuti. (gli still-motion video consistono in foto che sono indicate per la frazione di un secondo – anche se non deve essere confuso con stop motion dove foto necessariamente correlate con altre creando una sorta di ‘illusione’ di animazione). Ci sono molte applicazioni di OS X, compreso quelli di Apple stessa, che aiuterà a creare standard video e presentazioni fotografiche, ma Glimpses affronta la zona in mezzo: lo still-motion. Facciamo chiarezza su cosa si tratta; visualizza centinaia o migliaia di foto per solo una frazione di un secondo ciascuno, creando un’esperienza divertente e unica che ti aiuta a trasmettere eventi lunghi o complessi in un breve periodo di tempo. Creiamo un video che condensa in se la tua vacanza in un emozionante giro di 3 minuti, a una sintesi di un pomeriggio in spiaggia, still-motion video cattura l’emozione e la storia di un evento in un modo che non possono competere con altri approcci più tradizionali, e Glimpses rende la creazione di questi video un gioco da ragazzi. Immaginatevi di aggruppare tutte le foto del vostro bambino appena nato fino alla sua crescita in un video che vi farà passare quei lunghi momenti in una storia di pochi minuti condensata di emozioni. Questo è solo uno dei piccoli esempi che possono farvi fare di Glimpses il vostro “gioco” di creazione. Tutto ciò che dovrai fare per iniziare è importare le tue foto nell’app. Glimpses funziona con immagini memorizzate localmente sul vostro Mac, ma anche automaticamente può importare le foto da Instagram o Flickr con un solo clic. Dopo aver importate le immagini, è possibile ottimizzare il vostro video motion ancora rimuovendo o riordinando le immagini come desiderato. Ci sono anche opzioni che consentono di organizzare le foto per data, nome o anche di colore, che dà il video finale un effetto impressionante di ordinamento automatico. Dopo aver organizzato le immagini aggiungiamo, visto che è possibile aggiungere successivamente, la musica per creare un video veramente coinvolgente e più completo. Funziona con quasi tutti DRM file audio non protetti, compresi i brani acquistati da Itunes e consente di creare una colonna sonora personalizzata da uno o più brani. C’è anche uno strumento di selezione audio incorporato che consente di evidenziare solo una parte di una particolare canzone che si desidera utilizzare. La particolarità di Glimpses è suo cronometraggio automatico e la funzione di ritaglio. Mentre è possibile sempre configurare tutto manualmente, scorci offre un’opzione di creazione completamente automatica, che imposta la migliore risoluzione per il video finale (fino a 4k/2160p), partite dell’immagine Visualizza la durata per la lunghezza della tua colonna sonora e ingrandisce automaticamente e Ritaglia foto per riempire le proporzioni video dell’16: 9, completo di affrontano rilevamento per garantire che i soggetti di tue foto sono sempre in vista. Trovate Glimpses su Mac App Store al costo di 24,99€

  • Apple Watch Italia: i prezzi

    EngineTechApple Come ormai sappiamo oggi in Italia è l’Apple Watch Day ovvero il giorno dedicato interamente allo smartwatch realizzato dall’azienda con sede a Cupertino, che finalmente è sbarcato in Italia e vi anticipo subito che... Continua a leggere: Apple Watch Italia: i prezzi su EngineTechApple.

  • Paragraphs nessuna distrazione, solo scrittura

    Paragraphs è un’applicazione solo per gli scrittori. Costruito per una cosa e una cosa sola: la scrittura. Ti dà tutto il necessario per creare la prosa brillante e non lontano dal resto. Paragraphs app per Mac della casa Triplane che vi permette di concentrarvi unicamente sulla scrittura senza darvi modo di avere distrazioni. L’app si presenta semplicissima, grafica al minimo del minimal; per li lavoro che deve fare va anche troppo bene direi. Partiamo subito e aperta la app avremo modo di creare un nuovo file da aprire e voilà eccovi un foglio totalmente bianco utile per scrivere tutto quello che volete senza confusioni che potrebbero intralciare la vostra scrittura. Una piccola chicca, quando aprirete il foglio bianco sullo sfondo avrete una frase famosa, ogni volta diversa, che scomparirà appena inizierete a scrivere oppure aggiungerete il titolo della vostra nota. Abbiamo la possibilità di personalizzazione, molto scarno ma essenziale, dove potremo passare dalla visuale dark mode a quella light, al cambiamento di Layout ed ai vari tipi di esportazione consentiti, tra cui c’è presente pure il Markdown. La premessa di Paragraphs è che non avrete un sito prontamente istituito o una soluzione più semplice per creare post di blog con un solo clic di pubblicazione diretto, ma avrete solo un foglio bianco e il vostro talento nel voler ricoprire quel foglio di parole per creare ogni cosa. Ovviamente è un’ app semplice ma non finisce tutto qua, avremo a disposizione un menu di contesto rapido dei paragrafi che fornisce le opzioni di formattazione semplice, facile da usare dove ne avete bisogno. Una soluzione semplice che vi piacerà fin da subito senza dimenticare che non è un editor di testo complesso come i vari Ulysses o Byword. Trovate Paragraphs su Mac App Store al costo di 9,99€ in sola lingua inglese