Come trasferire la propria attività online

Articolo tratto da Ceotecnoblog
Originale: Come trasferire la propria attività online

Come trasferire la propria attività online : Creare un sito web per la tua attività è un passo imprescindibile che rappresenta il momento in cui si dà impulso al proprio core business nel variegato universo online.Sia per le aziende che per le figure professionali è fondamentale essere rintracciabili per i propri clienti, vecchi e nuovi, per cui costruire la propria presenza online è diventato un passo obbligatorio da fare.

Ecco la guida dettagliata su come trasferire la propria attività online

Le aziende presenti su internet e che mettono a disposizione non solo i loro prodotti ma anche informazioni dettagliate sul tipo di attività svolta e i contatti vengono premiate dai clienti e quindi dal mercato.

Un sito web è come una bella casa da arredare secondo il proprio gusto ma anche nell’ottica di riuscire a rendersi avvolgente per chi ci vive e apprezzabile agli occhi degli ospiti che entreranno.

Ogni casa che si rispetti contempla mobili eleganti, esteticamente gradevoli, ma non serve a molto appendere dei bei dipinti alle pareti se il divano in salotto non è comodo, se non invita l’ospite ad accomodarsi e sentirsi a proprio agio.

Hai colto la metafora su come trasferire la propria attività online è importante? Bisogna fare in modo che il proprio sito web sia fruibile, interessante, che fornisca le risposte a delle domande ben precise, per attirare l’utente e fare in modo che ritorni nuovamente. Vediamo insieme passo dopo passo gli step fondamentali per raggiungere i tuoi obiettivi online.

Il tema del sito

Se hai un’attività già avviata ti sarà facile scegliere il tema e svilupparlo in modo professionale con dovizia di dettagli riguardanti la tua azienda e i prodotti o le conoscenze delle quali disponi. Essere ben informati sull’argomento, inoltre, è fondamentale per creare una cerchia di clienti affezionati e fedeli che si rivolgeranno al tuo sito per la qualità dei tuoi prodotti, delle tue consulenze e/o dei tuoi articoli (complimenti, hai appena arredato casa con il divano di cui ti parlavo poco fa!).

Inoltre ricorda di aggiornare sempre i contenuti in modo da attirare traffico sul sito e creare un rapporto, seppur virtuale, di fiducia con i tuoi clienti.

Il nome del dominio

Il primo consiglio su come trasferire la propria attività online è quello di associare il nome del dominio a quello del sito. In questo modo ci sarà meno confusione per i clienti e il tuo nome online sarà più facile da ricordare e da rintracciare. Naturalmente può capitare che un nome non sia disponibile e allora dovrete sceglierne un altro.

In ogni caso scegliere il nome del dominio è uno step importante per farsi riconoscere e fornire già determinate informazioni ai clienti. Se la tua azienda è già conosciuta oppure porta il tuo nome allora è sempre consigliabile usare quest’ultimo anche online. In questo modo ai tuoi clienti basterà digitare il nome per trovarti in rete (pensa a figure professionali e aziende i cui orari di ricevimento o apertura e servizi sono facilmente reperibili su internet, pratico no?).

Se al contrario la tua attività è da costruirsi interamente online oppure sei un esperto e scrivi articoli su un determinato tema (ad esempio tecnologia) la scelta del nome è meno scontata e potrai decidere secondo il tuo gusto e la tua creatività. In ogni caso fai attenzione a non discostarti mai troppo dagli argomenti che tratti. Insomma il nome deve collegarsi anche al tema del sito altrimenti i tuoi potenziali clienti potrebbero confondersi e, forse anche peggio, non trovarti nei risultati Google.

La costruzione del sito

Come-trasferire-la-propria-attività-online-1

Per quanto riguarda la parte pratica potrai scegliere tra diverse opzioni. La prima opzione per creare un sito è di rivolgersi ad un tecnico che sappia districarsi tra codici e linguaggi web e crei il tuo spazio online in modo sicuro e professionale, anche se più dispendioso. L’alternativa con costi più accessibili e adatta ai più volenterosi, invece, è quella di usare una hosting. Ci si può rivolgere a diversi siti come 1&1.it per creare una pagina web che più si adatta alle tue necessità dal punto di vista della grafica, dei costi e avere così pieno accesso al sito e la libertà di modificarlo o aggiornarlo in modo autonomo in ogni momento.

Come promuovere il sito

Come-trasferire-la-propria-attività-online-2

Ma proseguiamo con la guida su come trasferire la propria attività online, una volta che il tuo sito è online è importante controllare che il tutto vada per il verso giusto. In questa fase, infatti, è importante cercare di ottimizzare il tutto per i motori di ricerca per avere visibilità. Per salire nei SERPS di Google è fondamentale avere una conoscenza, anche se basilare, degli strumenti SEO e scegliere le keywords giuste per le quali vuoi rankare.

Scrivere in ottica SEO è fondamentale e sono tantissimi i fattori che incidono sul posizionamento del tuo sito internet, ma uno su tutti garantisce e dona coerenza a ogni strategia: la validità dei contenuti, ossia il fatto che ciò di cui parli all’interno del tuo sito sia contenutisticamente rilevante, in poche parole: che abbia valore.

A questo punto basta aggiungere una buona pubblicità per promuovere il sito nel miglior modo possibile attraverso i social network ed il gioco è fatto.Ma quali sono i social più adatti alla tua attività? Erroneamente, si pensa che essere presenti in tutti i canali social sia la scelta più corretta.

Non è cosi: ogni social network risponde a delle dinamiche diverse, si rivolge a un target diverso e persino il linguaggio che sceglierai all’interno di quel canale dovrà essere scelto opportunamente.

Il tone of voice dona carattere alla pagina Facebook o all’account su Twitter, proprio come se il brand fosse una persona: il processo di umanizzazione di un’azienda passa attraverso il modo in cui ci si esprime. Se la tua attività opera nel campo bancario-assicurativo, il linguaggio sarà diretto, netto, formale, chiaro e rivolto a un target che non ama i giri di parole, ma vuole comprendere tecnicismi e si aspetta che dall’altra parte ci sia chiarezza.

Al contrario, se operi nel food o nella moda, le persone si aspettano un linguaggio amichevole, empatico, emozionale, ricco di grafiche, video, contenuti visual che diano risalto ai prodotti e servizi offerti.

In questo articolo hai finalmente scoperto come creare un sito web per la tua attività. Sei pronto? Comincia, adesso!

In conclusione

Se stai leggendo questo paragrafo allora vuol dire che hai trovato questa guida Come trasferire la propria attività online interessante e direi che sono molto contento, ma prima di chiudere ti volevo dire che mi puoi trovare anche su FacebookTwitterGoogle Plus, Instagram e Linkedin inoltre mi farebbe molto piacere se condividi questa guida attraverso i pulsanti Social che trovi a sinistra dello schermo ed alla fine in modo che anche i tuoi amici la possono leggere ed anche per far conoscere CeoTecnoBlog.

Altre guide interessanti :



L’articolo Come trasferire la propria attività online proviene da Ceotecnoblog.

Continua a leggere …